· 

Preghiera a Ecate

Tamburo Hekate, immagine di proprietà dell'autrice. All rights reserved.
Tamburo Hekate, immagine di proprietà dell'autrice. All rights reserved.

Niente parole inutili: ce ne sono già fin troppe in giro.

 

Siamo al centro di un incrocio, sospesi in uno spazio liminale tra il mondo che è stato e quello che verrà.

Tutti sentiamo l’incertezza, tutti sentiamo l’inquietudine, la paura e la tentazione di nascondersi dietro a delle illusioni, o di trovare un facile capro espiatorio.
È un momento di grandi dolori, ma anche di grandi opportunità e le doglie di questo travaglio si sentiranno a lungo. 

 

Cerchiamo di essere gentili.

Cerchiamo di ascoltare senza volgere il viso dall’altra parte.

Cerchiamo di accogliere il dolore senza soffocarlo rispondendo: “Andrà tutto bene”.

Cerchiamo di essere presenti nella trasformazione, di esplorare l’oscurità senza distogliere lo sguardo dalla luce che indica il cammino.

Grande Ecate, Signora della soglia,

ascolta le mie parole.

 

Signora della luce e dell’oscurità che la contiene,

tu che reggi le torce e illumini il cammino,

Speranza di chi si è perduto,

Phosphoros! Ascolta le mie parole.

Rendi visibile il sentiero nascosto,

tieni accesa la luce nel buio del caos.

 

Regina dei defunti, che guidi il corteo nella notte,

sollievo degli abbandonati,

guida dei senza voce,

Anassa Eneroi! Ascolta le mie parole.

Accogli chi se ne è andato da solo,

lasciando ogni speranza dietro di sé.

 

Signora delle creature mostruose,

madre di ogni terrore e porta dell’ignoto,

tu che accogli i figli di Echidna nel tuo corteo,

Enodia! Ascolta le mie parole.

Trasforma la paura cieca in una porta verso la comprensione,

e apri gli occhi di chi non vuole vedere.

 

Grande Ecate, dalla testa di cane,

tu che divori le paure e le trasformi in potere,

che sollevi i mari e fai tremare la terra con la tua collera,

Brimo! Ascolta le mie parole.

Ogni lacrima versata per la giustizia

è fuoco sul tuo altare!

Ogni urlo di rabbia contro l’oppressione

è un pugnale nelle tue mani!


Ecate, Signora degli incroci,

tu che dipingi sentieri di fuoco attraverso i mondi

e al di là del tempo.

Spazio vuoto che partorisce le stelle,

levatrice di ogni mutamento,

Asteria! Ascolta le mie parole.

Trasforma ogni dolore in un passo

Verso un mondo di giustizia, equità ed equilibrio.

 

Chiave in ogni porta,

varco in ogni muro,

sentiero in ogni selva,

Kleidouchos! Ascolta le mie parole.

Apri la strada al cambiamento

di cui questo mondo ha più bisogno.

 

Fuoco immortale nel cosmo,

luce nascosta, che unisci le altezze alle profondità,
tu che vedi al di là della trama del Fato,

Soteira! Ascolta le mie parole.

Dona il sollievo della compassione a chi soffre ingiustamente,

rimuovi le menzogne e le illusioni.

Accendi nelle anime il fuoco del desiderio

di un mondo migliore.

Giulia Turolla, 1/6/2020.